Scienziati: la bisessualità maschile non esiste

Un nuovo studio condotto da un gruppo di psicologi a Chicago e Toronto mette in dubbio se esista la bisessualità, almeno maschile.

Questi critici sostengono che le persone che si definiscono bisessuali di solito sono omosessuali, ma sono ambivalenti sulla loro omosessualità o semplicemente non vogliono ammetterlo.. "O sei gay, o normale, o bugiardo", – ha detto un gay.

Lo studio conferma l’opinione degli scettici che non credono che la bisessualità sia un orientamento sessuale definito e duraturo, scrive il New York Times..

In un nuovo studio, gli psicologi hanno valutato i modelli di eccitazione genitale in risposta alle immagini di uomini e donne. Hanno scoperto che gli uomini che si definiscono bisessuali sono in realtà eccitati dall’uno o dall’altro sesso, ma di solito gli uomini.

In un esperimento, gli psicologi della Northwestern University e del Toronto Centre for Addiction and Mental Health hanno pubblicato annunci sui giornali gay e alternativi per reclutare 101 giovani uomini. 33 di loro si definivano bisessuali, 30 dichiaravano il loro solito orientamento e 38 – sull’omosessualità.

Gli scienziati hanno chiesto agli uomini i loro desideri sessuali
e li ha valutati da 0 a 6 su una scala di orientamento sessuale, con valori da 0 a 1 che indicano l’eterosessualità e 5-6 che indicano l’omosessualità. La bisessualità era al centro, osserva il giornale..

Seduti da soli in laboratorio, gli uomini guardavano film erotici con solo donne e solo uomini..

Usando un sensore che monitora l’eccitazione sessuale, gli scienziati hanno visto quello che si aspettavano: gli uomini gay erano eccitati dagli uomini e meno dalle donne, e gli uomini eterosessuali si eccitavano alla vista delle donne, non degli uomini..

Ma tra gli uomini che si definivano bisessuali, i modelli di eccitazione non corrispondevano alla loro attrazione dichiarata per uomini e donne. Circa tre quarti di questo gruppo avevano schemi di eccitazione identici a quelli degli uomini gay, mentre il resto era indistinguibile dagli eterosessuali..

"Che gli uomini fossero gay, bisessuali o con un orientamento sessuale normale, la loro eccitazione era quattro volte più forte." alla vista dell’uno o dell’altro sesso, ha detto Geralf Rieger, uno studente laureato del Dipartimento di Psicologia della Northwestern University che ha condotto lo studio. Sebbene circa un terzo degli uomini in ogni gruppo non si sia acceso mentre guardava i film, la loro mancanza di reazione non cambia il quadro generale, ha aggiunto Rieger..

Questo è il più grande studio che abbia mai suggerito che l’1,7% degli uomini che si identificano come bisessuali hanno schemi di eccitazione radicalmente diversi dai loro desideri dichiarati..

"Lo studio dell’orientamento sessuale si basa interamente su ciò che le persone dicono di se stesse e questo studio applica chiari parametri psicologici.", – ha detto Lisa Diamond, professore di psicologia e identità di genere presso l’Università dello Utah, che non è stata coinvolta nello studio.

La differenza tra ciò che accade nell’anima di una persona e ciò che accade al suo corpo, ha osservato, è un enigma che resta da risolvere e solleva la questione di cosa intendiamo quando parliamo di desiderio..

"Presumiamo che tutti intendano la stessa cosa, ma ora abbiamo le prove che non lo fanno.", – lei ha aggiunto.

Diversi altri scienziati che hanno visto il lavoro, che è stato accettato per la pubblicazione sulla rivista Psychological Science, lo hanno detto prima di farlo

conclusioni chiare, lo studio deve essere ripetuto, aumentando il numero di uomini.

I desideri bisessuali sono transitori, ma poco compresi.

I desideri bisessuali a volte sono transitori e finora poco studiati, osserva il giornale. Anche la frequenza delle pulsioni bisessuali negli uomini e nelle donne è diversa.. "L’ultima cosa di cui abbiamo bisogno è che gli psicoterapeuti, dopo aver visto lo studio, inizino a dire ai bisessuali che sono in realtà sulla via dell’omosessualità.", – ha detto Randall Schell, professore di medicina clinica alla Columbia University.

"Non sappiamo quasi nulla dell’orientamento e dell’identità sessuale per trarre conclusioni", – Ha aggiunto.

Almeno dalla metà del XIX secolo, gli psicologi hanno notato il comportamento bisessuale negli uomini e nelle donne e ne hanno discusso il ruolo nella formazione dell’identità sessuale..

Alcuni esperti, come Freud, sono giunti alla conclusione che le persone sono di natura bisessuale. Nella sua ricerca degli anni Quaranta, Alfred Kinsey ha scritto che molti uomini sposati e apparentemente eterosessuali hanno riferito di aver fatto sesso con altri uomini.. "Gli uomini non sono divisi in due gruppi non sovrapposti, eterosessuali e omosessuali, ha scritto Kinsey. – Non c’è bisogno di dividere il mondo in agnelli e capre".

Negli anni ’90, Newsweek aveva fatto della bisessualità l’argomento del problema, i bisessuali avevano formato organizzazioni per difendere i loro diritti e serie televisive come "Sesso e città", cominciò a sfruttare il tema della bisessualità, osserva l’edizione americana.

Tuttavia, gli scienziati non sono stati in grado di fornire prove per modelli di eccitazione bisessuali negli uomini, ha detto Michael Bailey, professore di psicologia presso la Northwestern University che ha supervisionato lo studio..

Nel 1979, uno studio su 30 uomini ha scoperto che l’eccitazione in coloro che si definiscono bisessuali è indistinguibile dal modello omosessuale. Studi su uomini gay e bisessuali negli anni ’90 hanno mostrato che i rappresentanti di entrambi i gruppi hanno segnalato lo stesso numero di partner sessuali dello stesso sesso. Uno studio del 1994 della rivista gay The Advocate ha rilevato che il 40% degli omosessuali si identificava in precedenza come bisessuale..

"Non nego che il comportamento bisessuale esista, ha detto Bailey, ma dico che gli uomini non hanno nemmeno un accenno dell’esistenza dell’eccitazione bisessuale, e l’eccitazione di un uomo è l’orientamento.".

Ma altri scienziati e alcuni bisessuali affermano che il metodo per valutare l’eccitazione genitale è troppo rozzo e non tiene conto della piena ricchezza dell’attrazione sessuale, che include esperienze erotiche, attaccamento, ammirazione..

Il tema bisessuale è una fantasia collettiva?

L’attrazione sociale ed emotiva sono elementi molto importanti dell’attrazione bisessuale, ha detto Fritz Klein, sessuologo e autore del libro. "Scelta bisessuale".

"Dire, sulla base di questo studio, che la bisessualità maschile non esiste, secondo me, sarebbe un’esagerazione, – ha detto Gilbert Herdt, direttore del National Center for the Study of Sexuality di San Francisco. – Potrebbero esserci meno veri bisessuali tra gli uomini di quanto pensiamo, ma se i ricercatori hanno ragione, perché questo argomento è così comune nei film, nei romanzi e nei programmi TV. È una fantasia collettiva? Non credo".

John Campbell, 36 anni, un web designer californiano che si definisce bisessuale, si è detto scettico sui risultati dello studio.

Secondo Campbell, fin dalla pubertà era attratto da entrambi i sessi, ma aveva relazioni a lungo termine con le donne.. "In questo caso sarei chiamato eterosessuale, ma sento il bisogno di fare sesso con gli uomini", – ha dichiarato.

Campbell valuta la sua attrazione erotica per uomini e donne come 50-50 e la sua attrazione emotiva tra 90 e 10 a favore delle donne.. "Non vivo i fuochi d’artificio con gli uomini come faccio con le donne.", – Egli ha detto.

Circa l’1,5% delle donne americane si definisce bisessuale. Ed è più facile per le donne dimostrare la bisessualità. In un articolo pubblicato a novembre dallo stesso gruppo di scienziati americani e canadesi, gli autori scrivono che le donne che si definivano bisessuali erano eccitate sia da uomini che da donne..

Finora, gli scienziati non hanno idea di come queste differenze potrebbero influenzare il comportamento e l’identità sessuale. A metà degli anni ’90, Diamond reclutò un gruppo di 90 donne, che includevano partecipanti a parate dell’orgoglio omosessuale, conferenze scientifiche su questioni di genere e altri eventi. Circa la metà delle donne si definisce lesbica, una terza bisessuale, il resto ha affermato di essere indecisa sul proprio orientamento sessuale. In interviste periodiche negli ultimi 10 anni, Diamond ha scoperto che queste donne avevano relazioni sia con uomini che con donne..

"Molti di loro si inclinano in una direzione o nell’altra, ma ciò non impedisce loro di iniziare relazioni con membri del sesso sbagliato, che preferiscono, ha detto. – Potresti essere principalmente interessato alle donne, ma se un ragazzo sexy porta la pizza, cosa dovresti fare?"

"C’è molta mobilità e flessibilità, – ha aggiunto Diamond. – Abbiamo imparato molto poco in questo settore e c’è ancora molto da imparare".

Articoli simili